…fu primavera, a Milano

Alda Merini (1931-2009)

BALLATE AL NAVIGLIO

Ti ho detto addio

Ti ho detto addio dopo che ho spesa tutta

 l’amarezza dal grembo e l’ho posata

presso di te come una voce strana.

Comprendo adesso che io sono un’ombra

oltraggiosa magnifica pensosa

E che tu rarefai le mie pienezze

come si sfa la terra per rubarvi

il fortissimo seme della vita.

Tu mi hai tutta predata vorticoso

come un vento selvaggio ma di questi

assai meno pietoso e musicale.

Perciò io ti riguardo che ti assenti

mentre anch’io mi dilungo abbandonata

presso la mia mortale era di pace.

 

 Te he dicho adiós

Te he dicho adiós después que he gastado toda

la amargura del regazo y la he puesto

a tu lado como una voz extraña.

Comprendo ahora que soy una sombra

 ultrajosa  magnífica pensativa

y que tú vanificas mi plenitud

como se deshace la tierra para robarle

la fuerte semilla de la vida.

Tú me has agarrada vertiginoso

como un viento salvaje pero aún menos

piadoso y musical.

Por eso veo  que te ausentas de nuevo

mientras yo me tiendo abandonada

cerca de mi mortal era de paz.

Traduzione  Francesca Lo Bue

Informazioni su rayuela

sono poeta
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...