La Strada di Pietra


Avidità

Striscia la tua ora,
ma l’avarizia è tanta e tanta la pigrizia.
Non guardare il fondo, Narciso è distratto.
Il rivo diviene pozzo e il pozzo palude aggrovigliata,
e nel fondo ci sono attimi fuggenti,
demoni tristi che non parlano,
che non dicono del desiderio tenace
e della superbia golosa.
Ma un cane parla dagli occhi
e dice di una casa affranta nel muschio,
al di qua di una terra arcigna.
È la casa dei grappoli di seta
e dei pampini frastagliati ai crucci del sole.
Nel cielo c’è una torre,
la sua pietra balugina ai viventi
chiamando un segno di giustizia e sogno
all’ombra di un urlo secco.

 

Codicia

Se desliza tu hora,
pero mucha es la codicia y la pereza es tanta.
No mires el fondo, Narciso está distraído.
El arroyo se hace pozo y el pozo pantano enredado,
y en el fondo hay instantes que huyen,
tristes demonios que no hablan
que no dicen del deseo obstinado
y de la soberbia golosa.
Pero un perro habla por los ojos
y dice de una casa caída en el musgo,
ante una tierra áspera.
Es la casa de los racimos de seda
de pámpanos recortados por las puntas del sol.
En el cielo hay una torre,
su piedra guiña a los vivientes
llamando un signo de justicia y sueño,
a la sombra de un grito seco.

Da “Itinerari” di Francesca Lo Bue – Società editrice Dante Alighieri 2017, Roma

Informazioni su rayuela

sono poeta
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...